I GIOVANI GUARDANO ALL’ESTERO: REGNO UNITO LA META PIÙ RICHIESTA NONOSTANTE BREXIT, SEGUONO: SPAGNA, GIAPPONE, STATI UNITI, CANADA E AUSTRALIA


Si chiude con un boom di partecipanti l’undicesima edizione dello Young International Forum che nei tre giorni della kermesse ha accolto più di 30mila ragazzi provenienti da tutta Italia, alla ricerca di un’opportunità di studio e lavoro, per mettersi in moto.

La Brexit non spaventa gli studenti italiani: il Regno Unito è la meta più gettonata in Europa insieme a Spagna, Giappone, Stati Uniti, Canada e Australia. Sono questi i paesi più ambiti dai ragazzi che si sono rivolti ai desk di “Likefogg”: la piattaforma digitale di internazionalizzazione che ha offerto opportunità di studio e lavoro nel mondo.

Più di 30mila ragazzi provenienti dal Lazio e dal resto d’Italia hanno letteralmente preso d’assalto gli stand della kermesse e le aule dove si sono svolti i seminari sulla scelta dell’università e quelli sul mondo del lavoro. E le aree dei colloqui di orientamento affidati agli esperti di “Italia Education”.

Affollatissimo l’incontro dedicato all’autoimprenditorialità. I ragazzi, divisi in squadre, si sono sfidati in un gioco divertente sul fare impresa, realizzato dalla Regione Lazio attraverso Lazio Innova. La coppa del vincitore è stata assegnata al gruppo che ha lavorato all’idea di un mobilificio da lanciare sul mercato nazionale.

“La partecipazione di tantissimi giovani alla tre giorni dello Young International Forum è il segnale di un grande bisogno di piattaforme di informazione, di ascolto e di incoraggiamento – sottolinea Mariano Berriola, presidente di Italia Education – i ragazzi italiani sembrano disorientati, in un momento storico attraversato da profonde trasformazioni culturali, economiche, tecnologiche. Occorrerebbe rimettere mano a tutto il sistema formativo italiano partendo dalla scuola per offrire, poi, ai nostri ragazzi quegli strumenti, quelle competenze indispensabili per affacciarsi al mondo del lavoro – continua Berriola -. Sarebbe opportuno che il governo in carica facesse uno sforzo per ridurre i 3 milioni di Neet e la disoccupazione giovanile nel Paese. La prossima legge di Bilancio sarà un segnale della politica e della visione chiara del questo esecutivo”, conclude Berriola.

La carovana di Italia Education si sposterà da Roma a Napoli con l’appuntamento per i giovani del Sud, con il rinomato salone delle opportunità: Orientasud che si svolgerà dal 5 al 7 novembre 2019”.

La Regione Lazio partecipa all’iniziativa con i fondi SIE.

email

Comments are closed.